Azienda agricola

La storia dell’Agriturismo Surì deve il suo inizio all’azienda agricola, che si è tramandata dai nostri avi fino a noi attraverso sei generazioni (almeno di cui abbiamo documentazione notarile e fotografica).

Il nucleo aziendale, pur avendo subito piccole modifiche, è ancora quello originario.

Il rustico – che oggi ospita le camere – è stato costruito nel 1918/1919 (per una spesa complessiva di circa 4.000 lire) ed era costituito da quatto camere, il pagliaio fienile (oggi casa di Pietro), la stalla, dove si accudivano bovini da lavoro ed equini, ed il portico per il ricovero degli attrezzi.

Questa struttura è rimasta pressoché immutata negli anni (ad eccezione dei servizi igienici, che sono stati ricavati all’interno del fabbricato, in ciascuna camera).

Nella casa padronale, il “Palazzo Mariscotti“, situata vicino al Surì, venivanovinificati circa 1.000 quintali di uva.

All’inizio degli anni ’90 l’azienda è passata alla famiglia di Michele Tibaldeschi, che ha provveduto a condurre e ristrutturare l’immobile che oggi è l’Agriturismo Surì.